Archivi categoria: sacca del tempo

contenitore

TIME

MATRICE_DEL_TEMPO

La matrice del tempo, 2014

Matrice-di-Covey-e1368570121403

La “matrice di gestione del tempo” può aiutarti a migliorare la qualità della tua vita.

Puoi utilizzare 2 parametri per “classificare” le attività che svolgi,

URGENTE & IMPORTANTE.

Combinando questi due parametri si ottengono i 4 quadranti che costituiscono “La matrice di Covey”

  • Importante & Urgente
  • Importante & Non Urgente
  • Non Importante & Urgente
  • Non Importante & Non Urgente

(See more at: http://www.mappementali.net/2012/11/08/la-matrice-di-gestione-del-tempo/#sthash.MaMvQKFy.dpuf)

NEO

il Neo.

Un punto nell’universo-pelle. Diventa un simbolo della velocità degli eventi, della sincronicità fra domande e risposte ai dubbi.

Jpeg

Il tempo circolare

Nell’atto di coscienza preso con l’incidere si rivelano, con stupore, due strati già deposti.

Andare avanti, a volte, rivela il già passato. Disorientato, inevitabile l’arresto di fronte al cortocircuito.

muro1_picc muro2_picc

DANZA L’EQUILIBRIO

Principali architetti dello spazio e del tempo, i buchi neri attirano la materia, verso l’orizzonte degli eventi. Barriera limite, oltre il quale non è saggio spingersi.
Disturbano la trama dello spazio increspandone la superficie.
Due buchi neri possono orbitare sulla stessa orbita, teoricamente, all’infinito.
Danzano.

Gate C, Cosmic Journey, 2012 Thomas Lucas Production
documentario visto su Raiscuola 23/10/2014

ho deciso di non usare più le parole, di non leggere, non ascoltare, non tradurre in significati il suono delle vostre espressioni.

guardo, prendo e produco senza capire, senza intervenire, solo seguo le regole delle grammatiche.

oggi sento il fischio nell’orecchio, la pelle tirata a difesa come un oca.

siete tutti così intellettuali,

vi taglierei la testa.

.m.

INFINITY BREATH COLUMN

IBC

ibc2

Nato dall’idea del vortice di un buco nero, stampato in sequenza verticale su carta bianca, diventa una striscia, una colonna. Il ritmo infinito del respiro.

in precedenza, pensando agli spunti da Gustavo Rol sulle chiave per accedere ad una dimensione più alta, mi si è formato un simbolo, un’immagine nella mente, pensando al moto dell’aria, in entrata ed uscita, come la forma di un’ ipotetica chiave.

in seguito, lavorando su altro, torna naturalmente la connessione al simbolo della chiave, ma in una forma più completa.

dapprima la colonna del respiro, poi mauro posta la teoria matematica sulla formazione di una forma specifica dei mulinelli, delle aspirali in sequenza, e scopro essere esattamente la forma dell’aria. il ritmo del respiro che stavo cercando.