Archivio dell'autore: Marica Albertario

Informazioni su Marica Albertario

Artista specializzata in terapeutica dell'arte.

TIME

MATRICE_DEL_TEMPO

La matrice del tempo, 2014

Matrice-di-Covey-e1368570121403

La “matrice di gestione del tempo” può aiutarti a migliorare la qualità della tua vita.

Puoi utilizzare 2 parametri per “classificare” le attività che svolgi,

URGENTE & IMPORTANTE.

Combinando questi due parametri si ottengono i 4 quadranti che costituiscono “La matrice di Covey”

  • Importante & Urgente
  • Importante & Non Urgente
  • Non Importante & Urgente
  • Non Importante & Non Urgente

(See more at: http://www.mappementali.net/2012/11/08/la-matrice-di-gestione-del-tempo/#sthash.MaMvQKFy.dpuf)

Annunci

NEO

il Neo.

Un punto nell’universo-pelle. Diventa un simbolo della velocità degli eventi, della sincronicità fra domande e risposte ai dubbi.

Jpeg

TESSERE STORIE

dalsitonila

Vernissage: 12 novembre 2014, ore 18.30
Performance di Giovanni Gaggia & Giuliano Dottori, ore 19.30

Orari: Tutti i giorni dalle 14.00 alle 19.30. Chiuso il lunedì.
Ingresso: gratuito

Info: info@laboratorioalchemico.com – tel. +39 3498452986www.laboratorioalchemico.com

TESSERE STORIE è il titolo della mostra prodotta da LABORATORIO ALCHEMICO, curata da Nila Shabnam Bonetti e Marta Grasso, in collaborazione con il Comune di Milano. L’evento patrocinato dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, con il contributo di Fondazione Cariplo e dell’Associazione AmAMi, si svolgerà all’interno degli spazi della Fabbrica del Vapore di Milano dal 13 al 23 novembre 2014.

Un’esposizione dedicata al tessere, alla composizione di trame e d’intrecci nella sfera dell’arte contemporanea, attraverso la quale si desidera raccontare l’esperienza temporale dell’uomo di oggi.
Tredici le opere in mostra, di altrettanti artisti di diverse nazionalità e varie generazioni, la cui ricerca artistica si avvale di materiali tessili tradizionali e sperimentali, facendo uso di espressioni che spaziano dall’arte figurativa, alle installazioni, fino alla video arte e alla performance.

Presenze eccezionali, con le loro opere, saranno Clemen Parrocchetti, una delle prime artiste, a partire dagli anni ’50, ad esplorare l’arte tessile in Italia con installazioni in cui traspare l’ironia sulla condizione femminile; Alice Werblowsky, con due opere sul tema della violenza alle donne e sul dramma degli esodati, ricamate grazie all’aiuto delle detenute del carcere di San Vittore; Arlette Vermeiren Zucoli, la più importante artista belga nella ricerca tessile contemporanea e professore onorario dell’Accademia di Belle Arti di Tournai.
Gli artisti ci guideranno in un dibattito tra “tessitori” e loro fruitori, in cui sarà possibile riflettere, attraverso il pensiero di coloro che ne hanno fatto tecnica e materia di studio, sull’atto stesso dell’intreccio e della tessitura come struttura metaforica della società contemporanea, al fine di condurre il pubblico in un percorso ragionato sul significato di tempo e di creazione delle cose.

È previsto un laboratorio di approfondimento curato da Elisabetta Genoni,
docente di arazzo contemporaneo presso la scuola del Castello Sforzesco di Milano.
Domenica 16 novembre 2014 ore 15.00.
Prenotazioni: info@laboratorioalchemico.com – tel. +39 3498452986

Artisti
Marica Albertario | Barbara Matilde Aloisio | Emily Barletta | Patrizia Bonardi | Marcella Bonfanti | Carmen Colibazzi | Giovanni Gaggia | Eva Gerd |Florencia Martinez | Patrizia Polese | Clemen Parrocchetti | Alice Werblowsky | Arlette Vermeiren Zucoli

Si ringraziano
Philippe Daverio, Jean Blanchaert, Mauro Mariani, Ilaria Guidobono Cavalchini, Giulia Marani, Marco Garegnani, Francesco Bonetti, Giovanni Cervi, Cinzia Lotterio, Stefania Catullo, Giuliano Dottori, Chiara Fanucci, Manuela Accinno, Elisabetta Genoni, Alice Werblowsky, Patrizia Bonardi, Ing. Claudio Farina, Arch. Claudio Grillone, Stefano Molino, Federica Fugazza, Riccardo Molino, Andrea De Flaviis

Partner e sponsor
loghi_sponso

Curatela: Nila Shabnam Bonetti e Marta Grasso – Communicazione visiva & progetto grafico: Sara Massah

Il tempo circolare

Nell’atto di coscienza preso con l’incidere si rivelano, con stupore, due strati già deposti.

Andare avanti, a volte, rivela il già passato. Disorientato, inevitabile l’arresto di fronte al cortocircuito.

muro1_picc muro2_picc

DANZA L’EQUILIBRIO

Principali architetti dello spazio e del tempo, i buchi neri attirano la materia, verso l’orizzonte degli eventi. Barriera limite, oltre il quale non è saggio spingersi.
Disturbano la trama dello spazio increspandone la superficie.
Due buchi neri possono orbitare sulla stessa orbita, teoricamente, all’infinito.
Danzano.

Gate C, Cosmic Journey, 2012 Thomas Lucas Production
documentario visto su Raiscuola 23/10/2014

ho deciso di non usare più le parole, di non leggere, non ascoltare, non tradurre in significati il suono delle vostre espressioni.

guardo, prendo e produco senza capire, senza intervenire, solo seguo le regole delle grammatiche.

oggi sento il fischio nell’orecchio, la pelle tirata a difesa come un oca.

siete tutti così intellettuali,

vi taglierei la testa.

.m.

INFINITY BREATH COLUMN

IBC

ibc2

Nato dall’idea del vortice di un buco nero, stampato in sequenza verticale su carta bianca, diventa una striscia, una colonna. Il ritmo infinito del respiro.

in precedenza, pensando agli spunti da Gustavo Rol sulle chiave per accedere ad una dimensione più alta, mi si è formato un simbolo, un’immagine nella mente, pensando al moto dell’aria, in entrata ed uscita, come la forma di un’ ipotetica chiave.

in seguito, lavorando su altro, torna naturalmente la connessione al simbolo della chiave, ma in una forma più completa.

dapprima la colonna del respiro, poi mauro posta la teoria matematica sulla formazione di una forma specifica dei mulinelli, delle aspirali in sequenza, e scopro essere esattamente la forma dell’aria. il ritmo del respiro che stavo cercando.

Smontare porta spesso sorprese …

Breve cronaca della disintallazione dell’opera Libera Scelta per Caotica 2014, Ex Chiesa di San Cristoforo, via Tito Fanfulla a Lodi.

Oggi devo iniziare a smontare. non ci riesco.

Invece di togliere, ho sfruttato il tempo a disposizione per entrare in contatto diretto con il lavoro prodotto ormai un mese fa:

Libera Scelta, nel caos ordinato delle infinite possibilità segni nell’aria segnano una via.

Prima di andare però ho bisogno di scrivere e assorbire i segni, di lasciare e di raccogliere tracce sulla mia superficie.

Così mi sono spogliata dei vestiti e sono entrata letteralmente nel flusso dei fili.

Ho aperto un dialogo, ho fatto domande e ho ricevuto risposte.

Oggi diventa Libera Scoperta, di possibilità. di vie altre.

.m.

 

still da video (work in progress)

CAOTICA 2014 si sposta a Jesi

La mostra curata da Ruggero Maggi CAOTICA 2014 si sposta a Jesi.

Palazzo dei convegni dal 25 giugno al 8 luglio.

a breve le foto della mia seconda opera in mostra. (scelta obbligata non potendo far trasmigrare la cripta della chiesa di San Cristoforo con l’opera sit-specific “Libera Scelta” installata al suo interno)